Noemi Priolo
sculpture
rate

Sono nata a Palermo nel 1990, sono cresciuta a Palermo, ho studiato a Palermo, e vivo tutt'oggi a Palermo con la mia famiglia. Me ne andra' da Palermo, ho sempre voluto farlo. a' una citta' che si odia e si ama con la stessa intensita', ma a cui sicuramente devo la mia formazione, didattica e umana. Non posso dire di preciso a che eta' ho cominciato ad interessarmi all'arte, per me c'e' sempre stata, cosi' come ho sempre saputo che era quello che avrei voluto fare nella vita. Se da bambina mi si chiedeva cosa vuoi fare da grande, io rispondevo: L'artista. Mi ricordo che ero una bambina triste, non perche' vivessi una vita difficile o mi mancasse qualcosa, ero semplicemente cosi'. Una sensazione di angoscia che non mi ha mai lasciata. Il percorso artistico comincia con la scelta del liceo artistico, un imposizione piu' che una scelta. Sono sempre stata una ragazzina studiosa, ottenevo con facilita' i massimi voti in tutte le materie, era uno spreco per i miei insegnanti e miei genitori che io mi dedicassi all'arte. Tutti mi immaginavano dottore, avvocato, giornalista. Non mi e' mai importato, io volevo fare arte, era l'unica certezza che avevo. La mia dedizione allo studio probabilmente e' legata a un bisogno di essere perfetta agli occhi della mia famiglia, l'unico modo per sentirmi adatta. La passione per la scultura in particolare nasce dall'incontro con il Prof. Franco Reina che mi ha letteralmente aperto un mondo che fino a quel momento avevo completamente ignorato. Mi da' gli strumenti per potermi esprimere attraverso dei materiali che sicuramente risultavano essere piu' consoni alla persona che ero diventata. Dal carattere duro, riservato, indisponente ma al tempo stesso fragile ho trovato nella fisicita' della scultura un'amica, l'unico mezzo per tirare fuori rabbia e ritrovare la pace. Non a caso la mia scultura e' spesso maltrattata, picchiata, si forma da una lotta tra me e l'argilla. Il momento piu' bello e' quando la scultura e' gia' costruita nella sua massa e con un listello di legno posso colpire energicamente i diversi piani della scultura, delineando attraverso questi colpi le forme delle fattezze anatomiche. Nel 2009 mi iscrivo all'Accademia Di Belle Arti di Palermo, indirizzo scultura. Da quel momento i miei anni si susseguono come un'ostinata ricerca di un linguaggio personale e di una maturita' artistica che pretendevo da me stessa e sui concentravo tutte le mie energie. Questo avvenne durante l'elaborazione della tesi triennale, in cui focalizzo temi, idee e sentimenti, riuscendo a includerli in forme scultoree finalmente adatte. Mostre, commissioni e successi si susseguono dal 2013 in poi, confermandomi che ho fatto la scelta giusta, Ho scelto l'arte.